Chirurgia Refrattiva iLasik intervento laser miopia, ipermetropia e astigmatismo

Chirurgia Refrattiva iLasik

Chirurgia Refrattiva iLasik intervento laser miopia, ipermetropia e astigmatismo

La chirurgia refrattiva iLasik è un intervento personalizzato (customizzato) per la correzione dei difetti visivi quali miopia, astigmatismo ed ipermetropia che garantisce al paziente un miglioramento della qualità della vista e un  recupero visivo immediato. La maggior parte delle aberrazioni ottiche fisse, infatti, proviene da difetti della cornea che, grazie a sofisticati esami strumentali quali l’aberrometria, possono essere scansionati nel minimo dettaglio al fine di programmare un’operazione laser che intervenga in maniera appropriata in ogni punto della cornea. La tecnologia iLasik, inoltre, si distingue per velocità, assenza di dolore e recupero immediato della vista: ecco perchè Nasa ed American Air Force l’hanno scelta per eseguire operazioni di chirurgia refrattiva sui loro astronauti e piloti.

L'operazione laser customizzata, personalizzata, per la correzione di miopia, astigmatismo ed ipermetropia viene eseguita in tre step:

-Primo step: scansione dettagliata dei difetti e dei parametri dell’occhio tramite topografo corneale ed aberrometro e pianificazione personalizzata ed ottimale dell’intervento iLasik.
-Secondo step: creazione di un flap corneale. Il flap è un lembo sottilissimo di cornea che viene ribaltato per poter eseguire l’operazione nello strato sottostante.
-Terzo step: correzione personalizzata dei difetti visivi in pochissimi secondi tramite utilizzo di un laser ad eccimeri di ultima generazione, guidato con estrema precisione grazie all’analisi precedentemente svolta dall’aberrometro.

Procedura per l’intervento di chirurgia refrattiva laser iLasiK

Il giorno del trattamento:

Il Paziente arriva al Centro con un accompagnatore, perché appena finito il trattamento non sarà subito in grado di guidare.

Porterà con sé solo degli occhiali da sole, è permessa una colazione leggera senza caffè o sostanze eccitanti. Non è necessaria alcuna preparazione farmacologica precedente al trattamento Laser.

Le donne dovranno ricordare di non truccarsi, e tutti i pazienti eviteranno profumi e deodoranti la mattina dell’intervento.

Prima del trattamento saranno applicate alcune gocce di anestetico sull’occhio da trattare per assicurare un trattamento indolore. Quindi tutta la parte precedente al momento del Laser riguarda la preparazione del Paziente al quale vengono fatte indossare la divisa e il cappellino (la divisa si applica sopra i normali abiti), quindi si posiziona sul lettino il Paziente, si fissa la testa con un cerotto in modo da limitare i piccoli movimenti del capo, si deterge la cute e gli occhi e le palpebre vengono tenute aperte tramite un particolare accessorio che non dà fastidio all’occhio, per assicurare che queste  non vengano mai in contatto con il raggio Laser. La collaborazione del Paziente per tutto il trattamento è minima, non deve preoccuparsi di aprire e chiudere l’occhio e gli viene chiesto solo di fissare una luce rossa lampeggiante che è esattamente davanti a sè. Il Laser ha poi dei sistemi di sicurezza per garantire che il trattamento sia effettuato al meglio, uno di essi è un sistema chiamato eye-tracker, mutuato dai sistemi di puntamento militari, che segue l’occhio durante il trattamento in tutti suoi movimenti. Per cui se il Paziente distoglie lo sguardo dal punto da fissare (cosa che comunque non avviene mai, in quei 20-25 secondi tutti fissano la luce rossa che hanno davanti), creando un angolo di incidenza eccessivo con il raggio Laser, il trattamento si interrompe fino a quando il Paziente fissa nuovamente il puntino rosso. Quindi il chirurgo procede alla creazione del flap (o lembo) corneale, mediante Laser a femtosecondi o microcheratomo, e poi inizia la procedura di rimodellamento del tessuto mediante il Laser ad eccimeri. Da quando inizia la detersione della cute a quando finisce il trattamento Laser intercorrono circa 4-5 minuti. Finito il trattamento, se è necessario trattare anche il secondo occhio, si sposta elettronicamente il letto e si centra il Laser per il secondo trattamento. Al termine il Paziente si alza e viene riaccompagnato nella stanza dove ha disposizione una poltrona-letto. Dopo qualche minuto può già tornare a casa e si preoccuperà solo di seguire attentamente le istruzioni date dal chirurgo. Appena terminato l’intervento il Paziente è in grado di vedere a sufficienza per essere subito autonomo ed indipendente.

Cosa succede dopo il trattamento?

Dopo l’intervento il chirurgo applicherà gocce per prevenire infezioni. Verranno date al Paziente delle conchiglie di plastica trasparenti che proteggeranno dal contatto accidentale degli occhi con mani e/o cuscino durante il sonno. E’ consigliabile usare occhiali da sole quando si esce per evitare che gli occhi entrino in contatto con corpi estranei e/o insetti.  Il giorno dopo, al primo controllo, la visione sarà già discreta.

Non importa quanto bene si possa sentire il Paziente o di quanto sia contento della sua visione subito dopo l’intervento, è fondamentale seguire le indicazioni del chirurgo riguardo la terapia post-operatoria. Si dovrà quindi recare alle visite di controllo richieste dal tuo oculista.

Dopo l’operazione di chirurgia refrattiva laser iLasik, il medico prescriverà al Paziente una terapia a gocce che dovrà essere seguita in maniera precisa e costante.

Nel periodo successivo all'intervento laser iLasik al paziente si raccomanda di:

  • Non toccare, sfregare o stropicciare gli occhi
  • Non truccare gli occhi né il viso
  • Non sottoporsi a lampade abbronzanti.
  • Utilizzare occhiali da sole per proteggere gli occhi dal sole e da fattori esterni (polvere, fumo, vento, pioggia, etc.)
  • Evitare per almeno un mese il bagno in piscina, sauna o bagno turco e per 20 giorni il bagno in mare
  • Evitare sport di contatto o attività che possano causare urti meccanici agli occhi. E’ permessa la corsa e la palestra.
  • Preoccuparsi di non far arrivare acqua o detergenti sugli occhi durante la pulizia personale nei primi 10 giorni.

Operazione Miopia Ipermetropia e Astigmatismo elevati con lenti intraoculari fachiche

Le lenti intraoculari fachiche (IOL) sono una buona alternativa quando la correzione con la chirurgia laser non è effettuabile (ad esempio nel caso in cui il difetto visivo da correggere è troppo elevato) o impraticabile (ad esempio nel caso in cui la cornea è troppo sottile).  A differenza di quanto avviene negli interventi di cataratta, le lenti intraoculari fachiche possono essere inserite nella camera anteriore dell’occhio, senza rendere necessaria l’asportazione del cristallino. Le lenti intraoculari permettono, quindi, di correggere la vista all’interno dell’occhio stesso; mentre con espedienti quali lenti a contatto, occhiali o interventi laser sulla cornea la correzione avviene dall’esterno. L’utilizzo delle lenti intraoculari fachiche permette di correggere fino a 15 diottrie di difetto visivo.

A chi è consigliata l'operazione con lenti intraoculari fachiche

La correzione dei difetti visivi tramite impianto di lenti intraoculari fachiche vede come candidati ideali i pazienti tra i 20 e i 45 anni di età che desiderano recuperare la vista in modo definitivo, abbandonando l’utilizzo quotidiano di occhiali e lenti a contatto.  Il candidato all’impianto di IOL deve avere un occhio strutturalmente sano e non affetto da patologie, con un difetto visivo stabile o di lenta progressione. Il paziente, inoltre, deve essere in possesso di una prescrizione di utilizzo di lenti a contatto o di occhiali correttivi risalente almeno all’anno precedente alla richiesta di impianto di IOL. Prima di decidere se effettuare o meno l’impianto di lenti intraoculari fachiche per la correzione di miopia, astigmatismo o ipermetropia, il medico oculista deve valutare con attenzione diversi elementi: le condizioni di salute e le abitudini di vita del paziente, la sua storia patologica, ma soprattutto la conformazione e lo stato di salute dei suoi occhi.

L'impianto di lenti intraoculari fachiche per la correzione di difetti visivi elevati è un'operazione:

  • Rapida: l’impianto di lenti intraoculari fachiche si esegue in sala operatoria in soli 15 minuti.
  • In anestesia locale: per l’impianto di IOL fachiche sono sufficienti poche gocce di collirio anestetizzante.
  • Indolore: l’impianto di lenti intraoculari fachiche per la correzione di difetti della vista elevati (miopia, ipermetropia, astigmatismo) è del tutto indolore. Dopo pochi giorni dall’operazione di impianto delle lenti intraoculari fachiche, il visus (o acuità visiva) si stabilisce del tutto portando un miglioramento della vista immediato e stabile negli anni.

Consigli pre e post intervento

  • Nella fase immediatamente successiva all’intervento, l’occhio è sensibile al tatto e alla luce, mentre la visione risulta offuscata. Tali sintomi scompaiono del tutto nel giro di 15 giorni, consentendo al paziente di riprendere le normali attività ed abitudini giornaliere che dovranno comunque essere svolte seguendo le indicazioni comportamentali e farmaceutiche indicate dal medico.
  • Tra i pazienti che si sono sottoposti ad impianto di IOL per la correzione di miopia, astigmatismo ed ipermetropia, il 90% di essi ha ottenuto un recupero totale del visus; mentre il restante 10% ha ottenuto un miglioramento quasi totale della vista e un recupero ottimale del visus tramite correzione con occhiali, lenti a contatto o operazioni laser.
  • Prima di sottoporsi all’impianto di lenti intraoculari fachiche (IOL), è necessario seguire tutte le indicazioni e le prescrizioni del medico oculista. Inoltre, è consigliabile per il paziente preferire un abbigliamento pratico che gli permetta di cambiarsi senza far passare la testa per colletti stretti, in modo da non sfregare gli occhi con gli indumenti indossati.
  • Per evitare il rischio di bagnare gli occhi appena operati o di esporli a vapori e calore, è preferibile provvedere all’igiene personale (soprattutto dei capelli) e all’organizzazione dei pasti nei giorni precedenti all’intervento.

Ecco alcune pratiche da seguire dopo l’intervento di impianto di IOL per la correzione di difetti visivi elevati (miopia, astigmatismo, ipermetropia):

  • Utilizzare i colliri ed i medicinali prescritti dal medico oculista, seguendo con attenzione tutte le indicazioni di somministrazione.
  • Nel periodo successivo all’operazione, effettuare tutti i controlli stabiliti dal medico oculista rispettando la cadenza indicata.

Contattaci per maggiori info

per informazioni e consulti telefonici